Mercoledi 28 marzo - ore 21.30

La University Big Band presenta il suo ultimo CD

 

Stompin’ at the University

Con la partecipazione straordinaria del “Balletto di Verona”

          Coreografie di Eriberto Verardi                             

 

per suonare e ballare insieme lo Swing

 

La University Big Band si è formata nel 1995 in ambito universitario, aprendo in seguito le porte a musicisti provvisti di un background maturato in formazioni prestigiose.

Dall’anno scorso la band si avvale della preziosa Direzione d’orchestra di Kyle Gregory.

I primi due CD pubblicati  "L'EREDITÀ DELLO SWING" e "SWING PARADE",  sono registrazioni live con Gianni Basso, Franco Cerri e Gianni Coscia.

L'organico della band è di 18 elementi con la sonorità delle grandi orchestre americane, con un repertorio destinato a soddisfare le aspettative di un pubblico memore dei gloriosi anni dello swing. E a proposito di swing, è utile aggiungere che la University Big Band  ha sempre trovato congeniale quello di Count Basie, con le sue esecuzioni poderose e trascinanti.

Per tale motivo, nel 2004, centenario della nascita del grande musicista, la University Big Band gli dedica un repertorio-omaggio pressoché esclusivo della sua migliore produzione.

Così il terzo CD della band è "DOIN’ BASIE’S THING”. Alcuni titoli e diversi arrangiamenti sono originali, il tutto all'insegna del miglior jazz del mainstream.

Il quarto CD dal titolo “SWINGIN’ WITH BASIE”, pubblicato nel 2005, presenta un ulteriore approfondimento stilistico nello studio dello Swing.

Il quinto CD "THE MIDNIGHT SUN’‘’ registrato nel 2006, prosegue la ricerca stilistica degli autori classici dello Swing, in particolare di Sammy Nestico.

Il sesto CD, pubblicato nel gennaio 2012 e dal titolo “STOMPIN’ AT THE UNIVERSITY”, nel citare la famosa composizione di Chick Webb  “Stompin’ at the Savoy”,  ha l’intento di ricreare il “battito” swing insieme ad autori classici come Duke Ellington, Thad Jones, Oliver Nelson.

Al Circolo la University, per arricchire e rendere tangibile il senso inconfondibile dello “swing”, ha affidato ad alcuni ballerini la coreografia dei brani più significativi del repertorio contenuto nel CD.  

                                                                      

                                                                       INGRESSO LIBERO

 

 

                            

Pubblicato il 11/03/2012