47° Barcolana 2015

Trieste, 11 ottobre

La Barcolana è un evento velico tra i più rilevanti in Europa ed il Circolo UniCredit Verona ha voluto essere ancora una volta presente, a conferma della passione per il mare che lo anima attraverso la Sezione Nautica.

Considerando che il numero dei soci partecipanti era superiore all'anno scorso, abbiamo noleggiato una barca capiente di 50 piedi ormeggiata nella darsena di Porto San Rocco a Muggia.

I responsabili di bordo Remigio Leardini, Flavio Cassini e Renzo Valbusa, hanno accolto complessivamente n. 14 soci, che si sono alternati a navigare nel panoramico golfo di Trieste, oltre a vivere le varie manifestazioni presenti in città.

Le favorevoli condizioni meteo dei primi giorni, hanno purtroppo lasciato il posto ad una intensa perturbazione con vento di “Bora” molto sostenuto, per cui Sabato sono state annullate le manifestazioni programmate e tutti gli equipaggi sono stati costretti a terra, con le barche ferme nei vari porti di Trieste.

Anche gli spettacoli e le attività previste nei pressi del molo Audace e in Piazza Unità d’Italia sono state annullate, come pure il colorito mercato, che da sempre anima le giornate della Barcolana, ha dovuto chiudere le tende repentinamente.

Domenica 11 ottobre, giorno della regata, la Bora era ancora sostenuta ed il comitato di regata ne ha opportunamente procrastinato la partenza alle prime ore del pomeriggio, confidando nel prevedibile calo del vento.

Imbarcatisi anche gli altri componenti del nostro team, Andrea Musy, Moreno Innocenti e Alberto Alliney, la regata ha preso il via alle ore 12.30 con due colpi di cannone; il vento era teso da poppa ed ha reso insidioso l’arrivo alla prima boa. La scelta tattica di mantersi sopravento discosti dal gruppo, beneficiando così del vento in chiaro, ha permesso alla nostra imbarcazione di girare in ottima posizione, senza incontrare difficoltà di manovra e di risalire svariate posizioni nel lato al traverso. 

Giunti sottocosta, con il vento rallentato dalle alture di Trieste, la barca ha perso velocità soffrendo l'elevata stazza, ma grazie all'impegno sportivo profuso abbiamo comunque concluso onorevolmente la regata: la vittoria è andata a Robertissima III dell’armatore Tomasini Roberto e condotta dal noto skipper Vasco Vascotto .

Alcuni soci hanno preferito tornare a casa nel pomeriggio, mentre i veri “marinai” hanno trascorso la serata nella trattoria di pescatori, ripercorrendo gli eventi della giornata e discutendo appassionatamente, col senno di poi, quali erano le rotte migliori da seguire.

Il lunedì mattina splendeva un terso sole che ci ha accompagnati nell’ultimo passaggio davanti al molo Audace, il quale dopo essere stato sferzato dalla bora, con la sua imponenza, indicava a tutti i naviganti un sicuro approdo dalla furia del vento e del mare.

La nostra “avventura” si è conclusa con la riconsegna della barca ed un ultimo saluto alla Barcolana ed alla città di Trieste, che ancora una volta ci ha fatto vivere un’esperienza enticabile.

 Buon vento a tutti ed appuntamento alla 48° Barcolana.

Pubblicato il 26/01/2016