Circolo di Verona alla 46^ Barcolana

L'organizzazione affidata alla Sezione Nautica

 

 

 

 

 

 

La Barcolana rappresenta un evento straordinario al quale il Circolo UniCredit Verona ha partecipato, in sintonia con la passione per il mare e per la vela presenti nel nostro sodalizio.

L’organizzazione affidata alla Sezione Nautica è stata impeccabile; il programma sviluppato  nell’arco di 4 giornate, ha permesso ai partecipanti, di vivere una interessante navigazione e di essere presenti nei momenti topici della manifestazione.

Dal porto di Caorle siamo salpati alle prime ore del giorno 10 ottobre; a bordo Remigio Leardini, Flavio Cassini assieme ad Andrea Musy, Paolo Scarteddu, Renzo Valbusa, Moreno Innocenti, Maurizio Prando: preso il vento, abbiamo issato le vele ed impostato la rotta ca 90° con prua verso Trieste.

Le inziali condizioni di vento favorevole hanno permesso una interessante navigazione a vela che solo nella parte conclusiva cedeva il posto al motore per assicurare l’ormeggio entro il tardo pomeriggio a porto S. Rocco di Muggia.

Sabato mattina si sono imbarcati anche i soci Adriano Valenti con la moglie e Milena Coltri, giunti in loco via terra, completando così l’equipaggio di UniVela.

Partiti da Muggia abbiamo navigato sotto costa sino al porto di Barcola, per l'iscrizione alla regata.

Dopo una serata allietata dalle innumerevoli iniziative poste in essere tra le vie della città, interrotte da un imprevisto quanto fastidioso temporale che ha condizionato anche il concerto in corso in Piazza Unità d’Italia, l’equipaggio si è concesso un meritato riposo in vista dell’impegno velico del giorno dopo.

      Puntuale alle ore 9.30 il Bavaria/Univela era pronto sulla linea di partenza della 46^ Barcolana, assieme ad altre 2000 barche e ad un grande entusiasmo generale: unico grande assente è stato il vento!

A nulla è servita la riduzione del percorso disposta dal Comitato di Regata, dopo 3 ore la flotta dei partecipanti stazionava ancora alla partenza, solo la corrente generava una modesta deriva…. nemmeno nella direzione giusta!

Ormai spirata la possibilità di concludere la regata entro il tempo massimo, purtroppo non restava che avviare  il motore e ritornare in porto.

Abbiamo così festeggiato le pochissime barche che erano riuscite a cogliere l’iniziale brezza, grazie alla quale sono uscite dal golfo di Trieste e portato a termine la regata.

Vincitore il solito Esimit seguito da una pattuglia di barche alquanto performanti, all'arrivo hanno trovato tutte le altre barche pronte a festeggiarle.

La serata è trascorsa tra la gioia per la splendida giornata di sole e l’amarezza della completa assenza di vento; vento che abbiamo ritrovato sulla via del ritorno verso Caorle e che preannunciava i gravi danni meteo che l’indomani avrebbero flagellato la costa di Muggia.

Agli appassionati di vela e di nautica,Trieste con la sua Barcolana ha fatto vivere tutte le  festose emozioni sia di mare che a terra.

Buon vento ed appuntamento alla 47° Barcolana.

 

 

Pubblicato il 26/05/2015